Agriturismo Parma. Turismo di lusso: nuovi bisogni, nuove frontiere.

Martedý 18 Gennaio 2011

Agriturismo Parma. Turismo di lusso: nuovi bisogni, nuove frontiere.

La promozione territoriale sta mutando in modo frenetico, anche il mercato turistico, che è e rimane un buon strumento per la promozione del territorio e delle sue produzioni sta subendo un forte cambiamento; di conseguenza le aspettative della domanda.

A mio modesto avviso, supportato da studi ed indagini condotte dalle più rinomate aziende e università interessate dalla materia, dicono che le nostre valli possono ed hanno le potenzialità di rivolgersi a quel segmento che viene definito “turismo di lusso”, ma dove il lusso ha radicalmente cambiato il proprio significato.

Innanzi tutto va specificato che “lusso” abbraccia in percentuale la più ampia fascia turistica, in quanto oggi già il concedersi una vacanza dignitosa è lusso. C’è il lusso tradizionale, delle grandi mete, il lusso contemporaneo e il lusso che si affaccia alla finestra,  è di quest’ultimo che vorrei interessarmi.

Da qualche tempo a questa parte c’è chi ama farsi una vacanza, Toscana insegna, in un vecchio borgo, in una locanda, in un casale per assaggiare unicità gastronomiche, riverberate dall’unicità del luogo.

Pur essendo un nuovo segmento del turismo contemporaneo di lusso, non dobbiamo intaccare imprudentemente il portafoglio dell’avventore, perché effettivamente costa meno, ma è di contro prezioso se sa offrire una rarità.

Il servizio che possiamo offrire sicuramente si semplifica, ma possiamo personalizzarlo, ed a fare la differenza, a renderlo di “lusso” è la personalizzazione, l’esperienza che possiamo far vivere.

Il turista deve assaporare un avventura che una sapiente regia fa si che tutto si svolga in modo tranquillo ma pieno di gradite sorprese.

Un nuovo turismo che si sta delineando e che noi dobbiamo cogliere “nuovi bisogni e nuove frontiere del lusso”, un turismo attento al vero valore della spesa, attento al benessere fisico e mentale, più selettivo ma soprattutto più ecologico, nel senso che predilige per il proprio tempo libero luoghi comodi, ma che abbiano serbato la propria identità.

Oggi il turismo è il settore economico che produce più fatturato a livello globale.

Tutto ciò ha portato inevitabilmente ad una trasformazione del vero tessuto territoriale delle località più gettonate, ad una standardizzazione più o meno eguale, ecco perché in questo contesto, che non ha mai vissuto di un turismo reale, noi possiamo oggi giocarci la nostra differenza.

Gli analisti dicono che c’è buona opportunità per un turismo che offre una rarità ma al contempo costa meno, perché oggi è lusso quello che si ritiene prezioso, unico e che molti sognano; il bisogno dell’uomo come lo definiva Cicerone: attività volontarie, creative e gratificanti.

Il tempo di pensare, di scrivere, leggere, il dedicarsi ad arti liberali come affrancamento della schiavitù, coatta o volontaria, fisica o psicologica.

Ecco che allora le nostre aie, i nostri giardini, le distese di grano, i torrenti, le soavi colline diventano luogo ideale per il meritato riposo, dedicarsi al rapporto di coppia, senza negarci un uscita enogastronomica o culturale, magari per capire come e dove nasce un prodotto che da tempo ingolliamo pur non conoscendone le sue reali origini. Questo è il posto della vacanza di lusso: dove una volta tanto decidi come disporre e passare il tempo che la vita ti concede.

A tutto questo Ciato ha pensato per rendere la tua vacanza una indimenticabile parentesi della tua vita “vissuta”

 

 

Contattaci