Parma; un giro

Domenica 07 Luglio 2013

Parma; un giro

Parma, una città dalle aristocratiche tradizioni, capitale del ducato di Parma Piacenza Guastalla 1545 – 1859, ricco capoluogo di provincia nell'Emilia-Romagna, posto nella  fertile pianura Padana; a Nord il fiume Po e a Sud la catena degli Appennini.  Moltissimi i monumenti e luoghi di interesse con numerose opere d'arte che testimoniano il suo passato,  famosa anche grazie ai suoi figli più illustri e agli artisti che qui hanno lasciato importanti lavori: il Correggio, Benedetto Antelami, Bottesini, il Parmigianino, il Bodoni, Verdi e Toscanini, solo per citarne alcuni. Fra le testimonianze del passato spiccano: La Cattedrale, simbolo della città, sorge nella platea ecclesiae maioris, è un’enciclopedia della città, espressione, non solo di una chiesa, ma di una civiltà in tutte le sue componenti: culturali, artistiche, architettoniche, sociali, politiche ed economiche. Il Battistero, opera di Benedetto Antelami, è il monumento più importante ed evoluto del Medio-evo in Italia, imponente nella sua struttura a pianta ottagonale in marmo rosa di Verona. Poi la Pilotta, la cittadella, i giardini ducali con il lago, le opere scultoree ed il suo palazzo, i teatri e le chiese. La mia città è nota anche per le sue antiche e rinomate tradizioni culinarie, e soprattutto per i suoi inimitabili prodotti come il Prosciutto di Parma, il Parmigiano-Reggiano ma anche per il culatello di Zibello e il salame Felino per i cappelletti in brodo, e per i vari tipi di tortelli e tortellini tipici della regione, solo per citare i primi piatti che a seconda della stagione puoi trovare ancora come si facevano un tempo all’agriturismo Ciato. http://www.ciato.it/

Contattaci