Orecchio di maiale da "Poveri mangiari"

Giovedý 07 Dicembre 2017

Orecchio di maiale da "Poveri mangiari"

Questa mattina è passato a trovarmi il mio amico medico e se da un lato si è raccomandato di non esagerare dall’altro mi diceva che mangiare le parti cartilaginee è utile alle nostre. Sta di fatto che la cosa l’ha talmente incuriosito che oggi verso il mezzodì ripasserà dalla cucina prima di rincasare. 

Vediamo allora cosa è rimasto nel nostro freezer del quarto quinto cotto con gli aromi che sia al tempo, originale, di gusto e sorprendente per il nostro dottore. Tagliamo a fettine sottili le orecchie rimaste e saltiamole nella friggitrice, le accompagneremo con una salsa piccante. Prendete una carota, lavatela, 3 o 4 spicchi di aglio e una cipollina, lessateli, scolate ma conservate l’acqua di cottura. Togliete il picciolo a tre peperoncini piccanti che metterete nel bicchiere del mixer con i succitati ortaggi, un pizzico di sale, un cucchiaio di concentrato, un quarto di aceto bianco, un cucchiaio di zucchero e uno di miele aggiustando la consistenza con l’acqua di cottura. Se domani mattina mi alzo con l’ingrediente giusto ci sentiamo domani.

Contattaci