Ciato, passata e conserva di pomodoro.

Venerdý 29 Agosto 2008

Ciato, passata e conserva di pomodoro.

Foto storica

E’ terminata in questi giorni la lavorazione del pomodoro.
Dopo oltre 200 giorni di amorevoli cure, da piantine vagliate abbiamo selezionato accuratamente le bacche una ad una per poi spremerle con i nostri piccoli impianti.
Dalla produzione integrata, atta al quasi annullamento di interventi chimici, dal diserbo manuale e da una accurata selezione di ogni singola bacca abbiamo ottenuto deliziose passate che condiranno per tutto l’anno le nostre paste, fatte rigorosamente in casa ed ottenute con le migliori farine provenienti dalle cariossidi selezionate nei nostri campi sperimentali di grano, per la delizia del nostro palato e dei nostri ospiti.
Tutto questo avviene ancora a Panocchia, quel paese che sta dimenticando gli antichi splendori di quando, come riportato dalla stampa locale nel 1924 “ci fumavano decine di ciminiere che fabbricavano milioni di lire” Oggi riproponiamo una cartolina postale di una delle tante industrie di trasformazione del pomodoro, la Ettore Ugolotti, a fianco Sara Schianchi durante la lavorazione.

Contattaci