Poveri mangiari -Farinata giallo con cavolo nero.

Martedý 29 Dicembre 2020

Poveri mangiari -Farinata giallo con cavolo nero.

Non uso seminare cavolo nero, ma può capitare che fra i semi del cavolfiore o del cavolo cappuccio ci sia qualche seme di cavolo nero, ed allora perché buttarlo, magari serve per una ricetta per “poveri mangiari”; il crinale non sempre divide, anzi, se parliamo di cucina spesso contamina ed in terra di Luni il cavolo nero è utilizzato alla grande.

Raccogliamo e puliamo il nostro cavolo nero e portiamone in cucina un mazzetto.

Vediamo di farne due porzioni, le misure come sempre sono ad occhio e a volte un buon occhio aiuta quanto e meglio della bilancia.

Rendiamo alla julienne una cipollina rossa che metteremo a soffriggere in abbondante olio evo con una puntina di peperoncino, senza che perda colore.

Aggiungiamo il cavolo nero e rosoliamo per qualche minuto, un cucchiaio di concentrato, io uso quello che facciamo noi quando prepariamo la passata i pelati e i pomodori secchi.

Rosoliamo ancora un pochino e aggiungiamo giusta quantità di acqua, copriamo e facciamo andare per circa 40 minuti.

Aggiustiamo di sale e pepe se vi piace

E tempo di aggiungere la farina gialla, mescolando in continuazione perché non abbia a fare grumi.

Cuciamo per un’altra mezz’ora tenendo conto che se la farinata diventa troppo solida bisogna aggiungere ancora acqua calda.

Volendo e piacendo ci si possono aggiungere pochi fagioli lessati.

Contattaci