Poveri mangiari "frittata di zucchine"

Domenica 12 Giugno 2022

Poveri mangiari "frittata di zucchine"

Finalmente le zucchine sono entrate in produzione e nonostante il caldo anomalo le nostre cocche continuano a donarci le uova.
E da buoni contadini e da discreti “rezdor” di quelli che oltre a fare di conto, proprio per fare quadrare il bilancio e tenere a dovere la cambusa e per non buttare le primizie si dilettano anche in cucina con due ingredienti del patrimonio contadino: il pollaio e l’orto.

Non potevamo così che farci una bella frittata di zucchine di quelle che spesso a primavera inoltrata ci proponeva la nonna.
Per due persone noi ci procuriamo 4 robuste uova tre medie zucchine che devono avere i semi solo abbozzati uno spicchio di aglio due pugni di pecorino stagionato che dovrebbero essere circa 80 gr una manciatina di prezzemolo fresco e un cucchiaio di latte.
Scaldate in una padella antiaderente uno spicchio di aglio in olio evo, la stessa che useremo per fare la nostra frittata. Mettete in un'altra padella a cuocere ma non ha stracuocere le zucchine o grattugiate grossolanamente o fatte a fettine sottili, salate e pepate.
Sbattete le uova con il prezzemolo tritato aggiustate a piacere di sale e pepe, amalgamate ora anche le zucchine.
A questo punto le strade da seguire sono due o cuocere in padella o al forno; al forno rimane certamente più soffice. Ciotola pirex di giusta misura unta con burro 180° 15minuti circa.
Nel modo tradizionale ungiamo la padella dell’aglio se necessario stendiamo il nostro impasto e cuociamo a fuoco moderato affinché il calore arrivi bene al centro senza bruciacchiarla, bucherellando ogni tanto la nostra frittata con una forchetta e mettiamo il suo coperchio.
Una volta cotto il lato inferiore con l’aiuto del coperchio giriamo la frittata e cuociamo dall’altra parte.
Ora il nostro povero quanto gustoso mangiare e pronto.
Possiamo arricchire la nostra frittata arrotolandola e farcendola a nostro piacere e se del caso ripassandola in forno.

 

 

 

 

 

 

 

 

Contattaci