Notte di S. Giovanni; tradizioni della pedemontana parmense all’agriturismo Ciato

Domenica 24 Giugno 2012

Notte di S. Giovanni; tradizioni della pedemontana parmense all’agriturismo Ciato

Oggi, San Giovanni, l’agriturismo Ciato, vuole ricordare ai giovani agricoltori e non, alcune tradizioni senza senso e senza età, usanze tramandate nel tempo, che nascondono verità labili ed eteree come la schiuma del malvasia con la quale questa notte abbiamo brindato sino a che la luce ha vinto sulle tenebre in questa magica notte parmigiana.

-L’uomo del contado nella sua straordinaria saggezza nella celestiale notte cosmica usava interpretare il volo delle lucciole. Ne definiva le fortune o le sfortune dell’anno agricolo affidandosi alla cabala della natura a seconda della loro baluginante danza. Se le lucciole volavano basse rasentando i fossi si prevedeva un estate siccitosa e canicolare, se il volo era alto e rasentava i rami delle siepi e degli alberi l’estate si prevedeva fresca e piovosa. Per prevedere ancora di più l’andamento dell’anno meteorologico si ricorreva a 12 fette di cipolla posate per tutta la notte sul davanzale della finestra, e questa mattina, 24 giugno, le fette più intrise dalla prodigiosa rosada ed San Zvan indicano i mesi più piovosi dell’anno.-

San Giovanni, solstizio d’estate, la notte più corta, il giorno più lungo, massima declinazione del sole, notte magica per eccellenza in cui nei ricordi dei non più giovani si mescolano antichissime tradizioni, profondi significati esoterici e religiosi, la notte dell’impossibile, notte degli amori, dei prodigi, degli inganni, dei rabdomanti, delle streghe e dei medegoni, la notte in cui pietre ed erbe si caricano di energia.

 

 

Così Lorenzo Sartorio definiva il nostro agriturismo il 23 giugno 2000. sull’edizione speciale del “Cenacolo della Memoria delle Tradizioni Parmigiane.

- Azienda agricola “Ciato” di Panocchia; laddove, alla faccia del progresso, la campagna vive ancora i suoi magici ritmi, si odono i rintocchi delle campane e la gente ti vuole bene-

Schianchi Mario

 

Contattaci