CuriositÓ della settimana.

Venerdý 05 Gennaio 2007

CuriositÓ della settimana.

Gli spaghetti al pomodoro e Garibaldi. Probabilmente non tutti sanno, come segnala Leo Pescarolo, produttore cinematografico ed esperto cuoco e gastronomo, che Garibaldi inconsapevolmente contribu?Ę in modo sostanziale alla unificazione gastronomica italiana. Trovandosi durante la sua spedizione a corto di é─˙cassaé─¨ e costretto a stare sulle spese fece distribuire alle sue truppe dislocate nei pressi di Salerno, in é─ýprofetica é─ý camicia rossa un cibo ancora inconsueto. Importati due secoli prima dal continente americano insieme a patate, mais, fagioli, e ai peperoni, i pomodori avevano stentato ad imporsi e solo nel settecento, e nellé─˘area napoletana, si era incominciato a capire come ridotti in salsa si potessero degnamente accompagnare a maccheroni e spaghetti. Il successo assicura Pescarolo, basandosi su ricerche e fonti dellé─˘epoca, port˛ il morale dei Mille a mille, i quali, finita la spedizione, tornati alle loro case, introdussero nella loro dieta quella saporita novitÓ culinaria é─ýche allé─˘ora come ora risolve piacevolmente i problemi economici e alimentari- ChissÓ, visto che proprio dal mio paese, Panocchia, prima patria della lavorazione del pomodoro al nord come ricordava sul giornale locale é─˙Gazzetta di Parmaé─¨ del 25 giugno 1924 Corneglio Guerci, é─Â.da quel centro di Panocchia, dove i contadini eran diventati maestri nel coltivare la pianta cos?Ę redditiziaé─Â.. é─Âé─Â.iniziavano le prime fabbriche moderne, oggi vi fumano i camini a poca distanza l'uno dall'altro; e sono milioni di lire che vi si fabbricanoé─Â, non sia stato proprio un garibaldino a portare la prima pianta o forse il Garibaldi stesso visto che aveva frequentazioni amorose nel territorio.(almen si dice).

Contattaci